Questo sito contribuisce alla audience di

Cianciana

comune in provincia di Agrigento (46 km), 390 m s.m., 37,70 km², 4073 ab. (ciancianesi), patrono: sant’ Antonio da Padova (13 giugno).

Centro situato sul versante meridionale del monte Calvario, nella media valle del fiume Platani. È di origini probabilmente romane, ma l'attuale borgo venne fondato grazie a una licentia populandi da Antonio Ioppolo nel 1647 con il nome di Sant'Antonio di Cianciana. A partire dal sec. XVIII fu sotto il dominio dei Bonanno.§ L'abitato conserva numerosi palazzi signorili, come il secentesco Palazzo Ioppolo, il palazzo Cinquemani e quello neoclassico del barone Micheli. Tra gli edifici religiosi si ricordano la chiesa madre, dedicata alla Santissima Trinità (sec. XVII), la chiesa del Purgatorio (sec. XVII), il convento dei Riformati (sec. XVII) e la chiesa di sant'Antonino (sec. XVII).§ L'agricoltura produce soprattutto cereali, uva, olive e frutta; vi è qualche allevamento di ovini e caprini. Piccole attività manifatturiere operano nei settori vitivinicolo, alimentare e dell'abbigliamento.

Media


Non sono presenti media correlati