Questo sito contribuisce alla audience di

Cinna Magno, Gnèo Cornèlio

(latino Cnĕus Cornelíus Cinna Magnus). Console romano (fine sec. I a. C.). Schieratosi inizialmente dalla parte di Antonio, poi di Sesto Pompeo, ebbe tuttavia il perdono di Ottaviano. L'imperatore confermò simpatia a Cinna Magno anche dopo il 15 (quando Cinna Magno aveva tramato contro lo stesso Ottaviano), lasciandogli conseguire il consolato. Il personaggio di Cinna Magno ha ispirato P. Corneille per la sua tragedia Cinna ou la clémence d'Auguste.