Questo sito contribuisce alla audience di

Cirìaco d'Ancóna

mercante e umanista italiano (Ancona 1391-Cremona 1452) il cui vero nome era Ciriaco de' Pizzicolli. Appassionato di antichità, compì lunghi viaggi in Italia, in Grecia e in Oriente, disegnando e studiando i monumenti del passato, raccogliendo oggetti antichi, manoscritti, monete. Fondamentale fu la sua raccolta epigrafica (Commentarii) in sei volumi, andata purtroppo in gran parte distrutta nell'incendio della biblioteca Sforza a Pesaro nel 1514.