Questo sito contribuisce alla audience di

Circèllo

comune in provincia di Benevento (42 km), 650 m s.m., 45,35 km², 2673 ab. (circellesi), patrono: san Michele Arcangelo (29 settembre).

Centro dell'Appennino Sannita, posto alla sinistra del torrente Tammarecchia. È forse ricollegabile alla Vercellium dei Sanniti Irpini, conquistata dal pretore Marco Valerio, dove fu dedotta una colonia di Liguri Apuani nel sec. II a. C. L'abitato si formò in età medievale attorno a un castello normanno. Dal 1343 fu feudo degli Scigliati, dal 1457 dei Carafa e dal 1536 dei Somma. Il suo nome è legato alla battaglia che vi si combatté contro i francesi di Carlo VIII nel 1496. § La parte alta del paese, danneggiata dal sisma del 1962 e da allora disabitata ma visitabile, è caratterizzata da abitazioni in pietra e stretti vicoli; conserva tre porte, forse dell'antica cinta difensiva, e una torre, che fu in origine il campanile della chiesa di Sant'Angelo andata distrutta. Dominano l'abitato le rovine del castello feudale, di origine normanna ma completamente rifatto nel sec. XVI. § L'agricoltura produce uva, olive, frutta, cereali, foraggi, tabacco. Si pratica l'allevamento (bovini, ovini, suini). Sono presenti aziende alimentari (salumifici), dell'abbigliamento, della lavorazione del legno e del ferro. In espansione l'agriturismo.