Questo sito contribuisce alla audience di

Colchester

città (109.414 ab.) della Gran Bretagna, nella contea di Essex (Inghilterra), 80 km a NE di Londra, sul f. Colne, 15 km a monte della sua foce nel Mare del Nord. Nodo stradale e ferroviario, è attivo mercato agricolo e sede di industrie meccaniche, chimiche, elettrotecniche, alimentari, dell'abbigliamento e grafiche. Colture delle ostriche nel fiume Colne. Università dell'Essex. § Capitale dei Celti Trinovantes, nel 43 d. C. fu conquistata dai Romani che la denominarono Colonia Victricensis Camulodonum. Nel 1189 ebbe la prima carta comunale, mantenuta in vigore fino al sec. XVIII con qualche modifica. Nel sec. XIII si impose come attivo centro che poteva contare su un notevole traffico navale. Nel 1648 si schierò dalla parte dei realisti e fu perciò assediata e conquistata dall'esercito di Cromwell. § Dal punto di vista architettonico, la città conserva la cinta muraria romana rafforzata da torri interne e aperta da numerose porte. Il castello, eretto da Guglielmo I intorno al 1080, è la più grande costruzione militare normanna dell'Inghilterra (m 45×33). Della chiesa priorale di S. Botolfo, fondata dai Normanni nel 1095, restano il frontone orientale e parte delle arcate della navata centrale, costruite interamente con mattoni romani.

Media


Non sono presenti media correlati