Questo sito contribuisce alla audience di

Condino

comune in provincia di Trento (64 km), 444 m s.m., 33,80 km², 1495 ab. (condinesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro delle valli Giudicarie, situato sul fondovalle alla destra del fiume Chiese. Appartenne in epoca romana alla tribù Fabia; fu in seguito una delle Sette Pievi donate da Corrado II il Salico al vescovo di Trento (1027). Fu teatro di combattimenti durante la terza guerra d'indipendenza (1866). § La parrocchiale di Santa Maria (inizio sec. XVI) ha un portale marmoreo di G. L. Sormani (1536), sormontato da un rilievo e adornato da sei teste di santi e, all'interno, notevoli opere d'arte (sec. XIV-XV-XVI). La chiesa di San Rocco (del 1450, ricostruita nel 1527) ha un campaniletto a barbacani e affreschi cinquecenteschi sulla facciata. Nel presbiterio della chiesetta di San Lorenzo (1518), che sorge nei pressi dell'abitato, si conservano affreschi di Cristoforo e Simone Baschenis (sec. XVI). § L'agricoltura produce mais, foraggi e patate; è praticato l'allevamento bovino. L'industria è attiva nei settori metallurgico, cartario, metalmeccanico (maniglie e serramenti), edile (manufatti in cemento), delle materie plastiche e del legno (imballaggi).

. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->