Questo sito contribuisce alla audience di

Corbinèlli, Iàcopo

umanista italiano (Firenze 1535-? fine sec. XVI). Esule in Francia (dove morì), fu protetto da Caterina de' Medici e da Enrico III. Pubblicò per la prima volta il De vulgari eloquentia di Dante (1577) e si dedicò a studi sul Boccaccio.