Questo sito contribuisce alla audience di

Dàndolo, Vincènzo

chimico e uomo politico italiano (Venezia 1758-Varese 1819). Fece parte del Gran Consiglio della Repubblica Cisalpina e, sotto l'impero napoleonico, fu governatore della Dalmazia. Scrisse Fondamenti della scienza fisico-chimica (1795) e pubblicò traduzioni di opere di A. Lavoisier, di A. Fourcroy e C. Berthollet, che contribuirono a diffondere in Italia le nuove teorie chimiche. Si interessò inoltre di tecnologia agraria, enologia e coltura del baco da seta.