Questo sito contribuisce alla audience di

Dōgen

religioso giapponese noto anche come Kigen Dōgen (1200-1253). È considerato il fondatore della scuola sōtō del buddhismo zen. Dopo aver studiato in Cina sotto la guida del maestro Ru Jing, al ritorno in Giappone nel 1227, Dōgen scrisse Fukan zazengi (Teorie generali sui principi dello zazen), dove insiste in particolare sull'importanza della meditazione nella pratica zen. La sua principale opera teoretica è lo Shōbōgenzō (L'occhio della vera legge) in novantacinque capitoli, composto fra il 1231 e il 1253, mentre lo Shōbōgenzō zuimonki (Spigolature dallo Shōbōgenzō), scritto da un discepolo, è un'introduzione alla vita e al pensiero del maestro, espressa in modo semplice e chiaro. Nel 1246, Dōgen fondò il complesso monastico dello Eiheiji, che diventò il suo “quartier generale”. Scrisse anche numerose poesie, ma fu soprattutto il suo pensiero religioso ad avere risonanza sulla letteratura posteriore influenzando, tra gli altri, anche il maestro del teatro nō, Zeami.

Media


Non sono presenti media correlati