Questo sito contribuisce alla audience di

Dabit, Eugène

scrittore francese (Parigi 1898-Sebastopoli, Crimea, 1936). Abbandonata la pittura, entrò di prepotenza nel mondo delle lettere con Hôtel du Nord (1929), romanzo populista in cui mise tutta l'esperienza umana acquisita nei mille mestieri svolti fino allora. La stessa umanità proletaria popola i romanzi e le novelle successive: Petit-Louis (1931), Faubourgs de Paris (1933), Un mort tout neuf (1934), Trains de vie (1936; Maniere di vivere). Postumi, uscirono il romanzo Le mal de vivre, il saggio Les maîtres de la peinture espagnole (1937) e Journal intime (1939).