Questo sito contribuisce alla audience di

Dayan, Moshe

statista e militare israeliano (Degania 1915-Tel Aviv 1981). Dal 1939 al 1941 fu incarcerato dagli Inglesi per aver preso parte all'Hăgānāh, organizzazione terroristica ebraica. Nel 1941 partecipò alla campagna di Siria, dove perse un occhio combattendo contro i Francesi di Vichy. Capo di Stato Maggiore dal 1953 al 1958, fu nel 1956 il protagonista della breve campagna del Sinai contro l'Egitto. Abbandonato l'esercito, nel 1959 fu eletto membro del Parlamento e nominato ministro dell'Agricoltura (fino al 1964). Sostenitore di Ben Gurion, lo seguì nel 1965, quando l'anziano statista abbandonò il Mapai per fondare il Rafi: tuttavia nel 1968 aderì, assieme alla gran maggioranza dei membri del Rafi, al Partito laburista, di cui il Mapai era l'asse portante. Il 1º giugno 1967, alla vigilia della “guerra dei sei giorni”, fu nominato ministro della Difesa, carica che conservò fino al 1974. Successivamente ricoprì la carica di ministro degli Affari Esteri nel governo Begin dal 1977 al 1979.

Media

Moshe Dayan