Questo sito contribuisce alla audience di

Delerue, George

compositore e direttore d'orchestra francese (Roubaix 1925-Los Angeles1992). Dopo gli studi iniziali di clarinetto e pianoforte, si dedicò alla composizione, studiando sotto la guida di professori emeriti, tra i quali D. Milhaud, il quale l'incoraggiò ad allargare i propri orizzonti facendogli comprendere come fosse dotato per la composizione drammatica e come gli si offrissero strade diverse dalla sala da concerto. Divenuto eccellente pianista e arrangiatore, Delerue iniziò a realizzare musica per pezzi teatrali e cortometraggi, fino al decisivo incontro con la Nouvelle Vague francese, cui legò indissolubilmente il proprio nome componendo le colonne sonore di film diretti da A. Resnais (Hiroshima mon Amour, 1959), F. Truffaut (Tirez sur le pianiste, 1960; Non sparate sul pianista, e Jules e Jim, 1962), J. L. Godard (Le mépris, 1963; Il disprezzo) e altri. In 42 anni di carriera, Delerue compose musica per 200 lungometraggi, 125 cortometraggi, 70 film per la televisione e 35 sceneggiati televisivi. Il romanticismo dolce-amaro domina la musica di Delerue, i cui risultati migliori emergono in film che indagano le relazioni interpersonali su tutta la gamma delle emozioni umane, spesso ambivalenti. Convinto che in un film la musica debba inserirsi in momenti privilegiati, preferibilmente per tradurre emozioni che i personaggi non riescono a esprimere a parole, Delerue si limitava a brevi interventi (in alcuni casi anche solo di dieci o dodici secondi) per puntualizzare una sequenza o un avvenimento specifico, e riutilizzava spesso un medesimo tema lungo tutto l'arco di un film, con qualche variazione, una strumentazione diversa o un cambiamento di tempo.