Questo sito contribuisce alla audience di

Dièdo, Antònio

architetto italiano (Venezia 1772-1847). Di ispirazione neoclassica, fu collaboratore del Selva (1806-17) e poi di L. Cicognara. Tra le sue opere a Venezia, la facciata di palazzo Giustiniani e l'esterno della chiesa di S. Maurizio (iniziata dal Selva). Eseguì chiese a Castelfranco, San Donà, Piovene e Breganze. Lasciò scritti teorici, fra cui: Opere di fabbriche e disegni (1846).

Media


Non sono presenti media correlati