Questo sito contribuisce alla audience di

Dietman, Erik

pittore e scultore svedese (Jönköping 1937-Parigi 2002). Influenzato da R. Fillou e D. Spoerri, conosciuti a Parigi nel 1959, i suoi primi lavori furono collages costruiti con oggetti di poco valore, associati a giochi di parole (Pane, 1966; Livre Sterling, 1966-1976). Noto intorno agli anni Sessanta per i suoi oggetti interamente ricoperti di cerotti – un'azione simile all'imballaggio sistematico operato da Christo –, sul finire del decennio seguente Dietman giunse alla pittura vera e propria, esercitandola con toni e umori fantasiosi, non tralasciando di intitolare i suoi quadri con motti di spirito o di applicarvi degli oggetti. Negli anni Ottanta dedicò prevalentemente alla scultura (L'art mol et rapide ou l'epilepsisme-sismographie pour têtes épilées..., 1985-86).

Media


Non sono presenti media correlati