Questo sito contribuisce alla audience di

Echelon

rete planetaria di spionaggio creata e gestita dalla National Security Agency degli USA. Il sistema è in grado di intercettare colloqui e trasmissioni di dati (telefono, e-mail, fax, telex, Internet) che transitano attraverso i satelliti in tutto il mondo. L'intercettazione avviene mediante satelliti in orbita (ca. 120) e una decina di stazioni di terra. Il sistema può captare fino a 2 milioni di telefonate al minuto. La selezione delle informazioni "sensibili" avviene quando l'intercettazione di una parola chiave, che indica potenziali pericoli per la sicurezza nazionale, fa scattare un meccanismo informatico di schedatura della comunicazione. Tra le parole-chiave, che sono trapelate tra le strette maglie della sicurezza, vi sono termini come AK-47 (la sigla del fucile kalashnikov), stinger (missile antiaereo), TWA 800 (il codice del volo del Boeing esploso nel 1996 sull'Atlantico), terrorismo, bomba, ecc. In tal modo, gli USA intercettano le comunicazioni militari top-secret, incluse quelle degli alleati NATO, messaggi diplomatici, conversazioni commerciali confidenziali e milioni di altre comunicazioni. La rete Echelon è stata creata dai cinque Paesi anglosassoni (USA, Gran Bretagna, Australia, Canada e Nuova Zelanda) nell'ambito del progetto Ukusa, varato nel 1947 per spiare la Russia e i Paesi del Patto di Varsavia. Dopo la fine della guerra fredda, Echelon è restato in funzione per esigenze di sicurezza, lotta contro la criminalità, il traffico di droga e il terrorismo. Un analogo sistema, noto come Sorm, è in funzione in Russia dal 1999 e permette il controllo selettivo di tutte le telecomunicazioni, compresi Internet, fax ed e-mail, in partenza o in arrivo in Russia; anche questo si avvale di un programma che segnala parole-chiave adite a sospetti.

Media


Non sono presenti media correlati