Questo sito contribuisce alla audience di

Elsheimer, Adam

pittore e incisore tedesco (Francoforte sul Meno 1578-Roma 1610). La sua prima formazione avvenne a Francoforte e risentì dell'ambiente influenzato dalla pittura olandese, specie di paesaggio. Nel 1598 si trasferì a Venezia (Battesimo di Cristo, Londra, National Gallery) e poi, nel 1600, a Roma, dove assimilò lo stile corrente del paesaggio romano, derivato soprattutto da P. Bril; ne diede una versione personalissima in piccoli dipinti su rame: l'esperienza nordica si fonde con l'ideale paesaggio dei Carracci e con il luminismo caravaggesco (Giove e Mercurio presso Filemone e Bauci, Dresda, Gemäldegalerie). Grande fu l'influenza che Elsheimer esercitò sulla cultura figurativa italiana e su quella olandese (Rembrandt), soprattutto nella pittura di paesaggi notturni (Paesaggio lunare con fuga in Egitto, Parigi, Louvre; Fuga in Egitto, Monaco, Alte Pinakothek).

Media


Non sono presenti media correlati