Questo sito contribuisce alla audience di

Evans-Pritchard, Edward Evan

antropologo britannico (Crowborough 1902-Oxford 1973). Compì gli studi all'università di Oxford e alla London School of Economics di Londra. Effettuò numerosi viaggi in Sudan dove studiò le popolazioni dei Nuer e degli Azandé. La sua prima opera Witchcraft, Oracles and Magic Among the Azande (1937; Stregoneria, oracoli e magia tra gli Azandé) gli conferì subito una grande notorietà e un'ottima reputazione in campo accademico. In essa Evans-Pritchard attribuì alle credenze sulla stregoneria e la divinazione una più profonda funzione psicologica di rassicurazione dei membri del gruppo e di regolazione dei conflitti sociali. Negli anni della Seconda Guerra Mondiale Evans-Pritchard si recò in missione per il governo inglese in Etiopia, Libia, Sudan e Siria. Nel 1942, durante l'amministrazione militare britannica della Cirenaica, condusse una serie di ricerche, i cui risultati furono raccolti nell'opera The Sanusi of Cyrenaica (1949; I Senussi di Cirenaica). Nel 1946 assunse la cattedra di antropologia sociale all'Università di Oxford, dove insegnò fino al 1970. L'anno successivo fu insignito del titolo di cavaliere. Evans-Pritchard è celebre soprattutto per la trilogia sui Nuer. Nel suo primo libro The Nuer: A Description of the Modes of Livelihood and Political Institutions of a Nilotic People (1940; I nuer, un'anarchia ordinata) descrisse i modelli di organizzazione di questa società tribale priva di autorità centrale; in Kinship and Marriage Among the Nuer (1951; Parentela e matrimonio fra i Nuer) studiò le caratteristiche delle parentele e la struttura familiare; in Nuer Religion (1956; La religione dei Nuer) descrisse la cosmologia e il simbolismo della popolazione nilotica. Altre opere: Social Anthropology and Other Essays (1962; Antropologia sociale e altri saggi), Theories of Primitive Religion (1965; Teorie sulla religione primitiva), The Azande: Historical and Political Institutions (1971: Gli Azande: storia e istituzioni politiche).