Questo sito contribuisce alla audience di

Fanagorìa

(greco Phanagóreia; latino Phanagorīa), antica città greca sulla costa orientale del BosforoCimmerio (penisola di Taman). Capoluogo della parte asiatica del regno bosforano, in una regione densamente abitata da genti iraniche, ebbe rilevanza soprattutto tra il sec. IV e il III a. C., quale centro di scambi tra le popolazioni scitiche e quelle greche. Entrata a far parte dell'Impero romano, prese il nome di Agrippeia, in onore del grande ammiraglio, genero di Augusto, ma la sua importanza era già notevolmente diminuita. Venne distrutta dai Goti nel sec. VI d. C.; rimangono resti del porto e di taluni monumenti pubblici e privati. Nelle grandi tombe a tumulo (kurgan colossale della Grande Blisnica, kurgan di Artjukov e del Monte Vasjurinskaia) sono state rinvenute, tra l'altro, preziose oreficerie greco-scitiche dei sec. IV-III a. C.

Media


Non sono presenti media correlati