Questo sito contribuisce alla audience di

Fanzago (o Fanzaga o Fansago), Còsimo Orazio

architetto, scultore, decoratore italiano (Clusone, Bergamo, 1591-Napoli 1678). Iniziò la sua attività a Napoli come scultore, per dedicarsi poi completamente all'architettura, dando vita a una versione contenuta del barocco, ricca di spunti manieristici resi con elegante pittoricismo soprattutto attraverso il gioco degli stucchi e dei marmi policromi di cui si servì largamente nella decorazione degli interni. Realizzò a Napoli numerose opere, fra cui il chiostro grande della certosa di S. Martino (1623-31), la chiesa di S. Ferdinando (1628) e quella dell'Ascensione a Chiaia, la facciata di S. Maria della Sapienza (1638), la chiesa di S. Maria delle Croci (1639), il palazzo Donn'Anna a Posillipo (1642-44, incompiuto), la chiesa di S. Teresa a Chiaia (1650-62), S. Giorgio Maggiore, che riprende l'impianto della chiesa del Gesù a Roma, e S. Maria Egiziaca (1651), uno degli esempi più importanti della sua architettura. Tipico il rimaneggiamento (ca. 1649) della chiesa dell'abbazia di Montecassino.

Media


Non sono presenti media correlati