Questo sito contribuisce alla audience di

Figner, Vera Nikolaevna

rivoluzionaria russa (Mamadyš, governatorato di Kazan, 1852-Mosca 1942). Aderì dapprima al partito Zemlja i Volja (Terra e libertà) che si sciolse nel 1872, poi, dopo un soggiorno in Svizzera (1872-75), all'organizzazione terroristica Narodnaja Volja (Volontà del popolo) che preparò e attuò l'uccisione dello zar Alessandro II (1881). Arrestata a Odessa nel 1882, condannata a morte, poi ai lavori forzati a vita, fu amnistiata nel 1904. Scrisse il libro di memorie Opera sigillata, pubblicato a Mosca nel 1920, e dei versi, i più famosi dei quali furono composti in carcere.

Media


Non sono presenti media correlati