Questo sito contribuisce alla audience di

Frattaminóre

comune in provincia di Napoli (14 km), 37 m s.m., 1,99 km², 15.072 ab. (frattaminoresi), patrono: san Simeone (8 ottobre).

Cittadina della pianura campana, posta alla sinistra del canale dei Regi Lagni. Abitata da genti sannitiche e romane e compresa nell'area dell'antica Atella, nel Medioevo Fracta Minor fu divisa in due feudi, appartenenti ai Carafa di Policastro e ai Capece Galeota di Frattamaggiore. La parrocchiale di San Simeone, costruita alla fine del sec. XVI, conserva testimonianze artistiche del sec XVII.§ L'economia si basa sull'agricoltura, con frutta e ortaggi, e sulla floricoltura. Sviluppato è l'allevamento bovino, ovino e avicolo. Attività industriali e artigianali operano nei settori tessile, calzaturiero, alimentare, meccanico e dell'abbigliamento.

Media


Non sono presenti media correlati