Questo sito contribuisce alla audience di

Gàssino Torinése

comune in provincia di Torino (15 km), 230 m s.m., 20,45 km², 9015 ab. (gassinesi), patrono: Natività di Maria Vergine (8 settembre).

Centro situato alle estreme pendici settentrionali della collina di Torino, lungo il corso del Po.Concesso dall'imperatore Federico I a Guglielmo di Monferrato, nel 1393 venne occupato da Amedeo d'Acaia, passando poi, dopo vari signori, a Carlo Emanuele I. Fino al 1932 si chiamò Gassino. § Il nucleo cittadino antico è dominato dalla chiesa barocca dello Spirito Santo (inizi del sec. XVIII), a tre navate sormontate da un'alta cupola; nell'interno si trovano affreschi di F. Gonin. La parrocchiale custodisce due tele del Moncalvo e una di Claudio Francesco Beaumont.§ Grande importanza economica rivestono le attività terziarie, in special modo la commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli del territorio. L'industria è attiva nei comparti cartario, meccanico, della lavorazione del legno e del mobile.

Media


Non sono presenti media correlati