Questo sito contribuisce alla audience di

Garibòldi, Ìtalo

generale italiano (Lodi 1879-Roma 1970). Governatore di Addis Abeba (1936), nel 1941 succedette a Graziani al comando supremo delle forze armate italiane dell'Africa settentrionale ma non riuscì a imporsi al generale tedesco Rommel. Nel 1942 ebbe il comando delle truppe italiane in Russia (ARMIR) che, tra il dicembre e il gennaio 1943, furono travolte e annientate. Dopo l'8 settembre fu catturato dai Tedeschi e condannato al carcere dai fascisti. Evase nel 1945.

Media


Non sono presenti media correlati