Questo sito contribuisce alla audience di

Garimbèrti, Giròlamo

antiquario e letterato italiano (Parma 1506-Roma 1575). Vescovo di Gallese, amico di B. Tasso e dell'Aretino, lasciò il trattato Della fortuna (1547), in cui riprese in chiave scolastica temi del Principe, opera di Machiavelli. Scrisse, inoltre, De' regimenti publici de la città (1544), Problemi naturali e morali (1549) e trattati sui Concetti (1551).

Media


Non sono presenti media correlati