Questo sito contribuisce alla audience di

Gaumāta

usurpatore del trono persiano. Dal 522 a. C., in coincidenza con la spedizione di Cambise in Egitto, si fece credere Bardiya (in greco Smerdis), il figlio di Ciro che era stato ucciso dal fratello Cambise prima della partenza. Creduto Smerdis da tutte le popolazioni dell'impero, che si ribellarono a Cambise, Gaumāta fu smascherato da Dario I e, imprigionato nella fortezza di Sikayauvatiš, fu ucciso.

Collegamenti