Questo sito contribuisce alla audience di

Gerasimov, Sergej Apollinarevič

regista e attore cinematografico sovietico (Zlatausk, Urali, 1906- Mosca 1985). Membro del collettivo FEKS (Fabbrica dell'attore eccentrico), si dedicò alla regia negli anni Trenta, occupandosi delle lotte della gioventù (I sette coraggiosi, 1936; Komsomolsk, 1938) e raggiungendo la maturità nel film Il maestro (1939), uno dei migliori del realismo socialista. Più accademica la sua attività nel dopoguerra: La giovane guardia (1948) da Fadeev, Il placido Don (1957-59) da Šolochov, Sulle rive del lago (1970), Amare l'uomo (1972), Figlie-madri (1974) di cui fu anche interprete, Il rosso e il nero (1976) da Stendhal, per la televisione, Peters Jugend (1980).

Media


Non sono presenti media correlati