Questo sito contribuisce alla audience di

Gigantopithecus

primate fossile asiatico attribuito a un periodo geologico equivalente al Pleistocene inferiore europeo. Conosciuto all'inizio solo per alcuni molari di dimensioni inusitate scoperti nel 1935, è stato oggetto di lunghe discussioni circa la sua collocazione tassonomica, essendo dubbia la sua attribuzione alla famiglia degli Ominidi o a quella dei Pongidi. Successive scoperte effettuate nel Kwansi, Cina meridionale, 1957, e a Bilaspur, sui monti Siwalik, in India, non hanno permesso di definirne con più precisione la posizione, anche se oggi il Gigantopithecus è considerato uno dei generi del gruppo dei Driopitecidi.

Media


Non sono presenti media correlati