Questo sito contribuisce alla audience di

Giovanni Gualbèrto

santo, benedettino (Petroio ca. 995-Passignano 1073). Monaco a San Miniato, abbandonò l'abbazia per la nomina simoniaca del suo abate e si ritirò a Vallombrosa dando inizio a una riforma monastica, in cui si abbinavano la severità dell'eremo alla convivenza del cenobio. Alla riforma aderirono altre abbazie in Italia e all'estero (per esempio Citeaux e Hirsau) e assieme formarono il ramo della congregazione benedettina dei vallombrosani. Giovanni Gualberto diresse inoltre i patarini di Firenze in lotta contro il loro vescovo simoniaco e la sua personalità ebbe larga influenza su tutti i movimenti del tempo intesi a una seria riforma religiosa. Festa il 12 luglio.

Media


Non sono presenti media correlati