Questo sito contribuisce alla audience di

Giovanni I (imperatore bizantino)

Zimisce, imperatore bizantino (Armenia 924-Costantinopoli 976). Salì al trono assassinando Niceforo II Foca complice la moglie di quest'ultimo, Teofano, che fu subito esiliata. Riconosciuto e incoronato dal patriarca Polinto a prezzo di ampie concessioni e garanzie, represse la reazione dei parenti e fautori di Niceforo II, dedicandosi poi quasi esclusivamente alla prosecuzione delle grandi imprese militari già in corso. La conquista di una gran parte della Bulgaria, l'arresto di un'invasione russa, la penetrazione nell'area islamica fino a Damasco, a Beirut e ai dintorni di Baghdad e di Gerusalemme fanno di lui, come del suo predecessore e del suo successore Basilio II, un protagonista della cosiddetta “epopea bizantina” dei sec. X e XI. Per assicurarsi la pace in Italia meridionale patteggiò con Ottone I di Sassonia, al cui figlio Ottone II diede in moglie una principessa bizantina. Favorì la Chiesa, in particolare le comunità monastiche del monte Athos.

Media


Non sono presenti media correlati