Questo sito contribuisce alla audience di

Giustina o le sventure della virtù

(Justine ou les malheurs de la vertu), romanzo del marchese di Sade (1791), rielaborazione di un racconto del 1788. Ampliato in una successiva e definitiva stesura (1797) intitolata La nouvelle Justine ou les malheurs de la vertu, suivie de l'histoire de Juliette, sa sœur, ou les prospérités du vice, è l'opera più famosa di Sade. Consta di una lunga serie di episodi narranti le abominevoli avventure in cui s'imbatte una fanciulla virtuosa, che sono altrettante descrizioni di vizi e di perversioni umane. Fa da contrappunto, nella versione del 1797, la seconda parte, imperniata sulla figura di Juliette, sorella di Giustina, volontariamente dedita al vizio e per ciò stesso felicemente inserita in un universo spietato, mosso unicamente dalla molla della distruzione e del male.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti