Questo sito contribuisce alla audience di

Giustiniano II

imperatore bizantino (? 669-Sinope 711). Succedette al padre Costantino IV nel 685 e, dopo un decennio di guerre contro Slavi, Bulgari e Arabi e di dura tirannia, fu abbattuto, mutilato del naso (donde il soprannome greco di Rhinotmetos) ed esiliato in Crimea (695). Nel 705, alla testa di un esercito bulgaro-slavo, Giustiniano II rientrò a Costantinopoli e regnò per altri sei anni col terrore. Perì nel tentativo di reprimere una rivolta militare in Crimea, capeggiata dal generale Filippico Bardane, che gli succedette nell'Impero. Con Giustiniano II si estinse la dinastia degli Eraclidi.

Media


Non sono presenti media correlati