Questo sito contribuisce alla audience di

Gossec, François-Joseph

nome con cui è noto il compositore francese di origine belga F.-J. Gossé (Vergnies, Hainaut, 1734-Passy 1829). Studiò ad Anversa e, invitato e protetto da Rameau, verso il 1751 si recò a Parigi, dove si stabilì operando attivamente come direttore d'orchestra, organizzatore di concerti, maestro di musica e poi direttore dell'Opéra, direttore della banda della Guardia Nazionale durante la Rivoluzione e insegnante al Conservatorio, del quale era stato uno dei fondatori. Nella sua vasta produzione ha rilevante importanza la musica strumentale, costituita da ca. 60 sinfonie, che per la ricca strumentazione e le novità formali preannunciano l'evoluzione dello stile galante verso il sinfonismo classico di tipo viennese, e da molta musica da camera. Fra le sue venti opere ebbero fortuna I pescatori (1766), Toinon et Toinette (1767), Filemone e Bauci (1775); nell'ambito sacro si ricordano gli oratori La Natività (1775), L'arca dell'alleanza (1781) e la Messa dei morti (1760). Gossec fu anche celebrato autore di inni e canti rivoluzionari.