Questo sito contribuisce alla audience di

Hōnen

monaco buddhista giapponese (1133-1212). Fondò nel 1175 il Jōdoshū (Scuola della Terra Pura), che predicava l'assoluta fede nel buddha Amida (sanscrito: Amitâbha) e l'invocazione del suo nome (nenbutsu) come unico mezzo di salvezza e garanzia di rinascita nel Paradiso d'Occidente. Considerato con sospetto dalle autorità e dalla potente scuola buddhista Tendai, nel 1207 fu esiliato a Tosa e solo nel 1211 gli fu permesso di ritornare a Kyōto. Tra le sue opere, Senjaku hongan nenbutsushū (1198; Raccolta di brani sul voto originario e sul nenbutsu) e Ichimai kishōmon (1211; Testamento in una pagina).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti