Questo sito contribuisce alla audience di

Haneke, Michael

regista cinematografico austriaco (Monaco di Baviera 1942). Dopo aver studiato psicologia e filosofia a Vienna, lavora come sceneggiatore per la televisione austriaca. Regista controcorrente ed estremo, esordisce sul grande schermo con Der siebente Kontinent (1989). Segue Benny's Video (1992) in cui Haneke descrive alla perfezione il malessere diffuso nell'Austria contemporanea. Nel 1997 esce Funny Games, in cui due balordi prendono in ostaggio una famiglia in vacanza; il film verrà rifatto dallo stesso regista nel 2008 con famosi attori americani (T. Roth, N. Watts e Michael Pitt). Storie - Racconto incompleto di divers viaggi del 2000 è un film sperimentale girato con lunghi piani sequenza, mentre La pianista (2001) vince il Gran Premio della giuria a Cannes. Nel 2003 esce Il tempo dei lupi e nel 2005 Niente da nascondere sul tema della verità, in cui fa da protagonista una tecnologia sempre più invadente del mondo contemporaneo. Sempre a Cannes presenta nel 2009 Il nastro bianco (Das weisse Band) e nel 2012 Amour, interpretato da J. L. Trintignant, che hanno vinto la Palma d'oro. Amour ha anche vinto l'Oscar 2013 come miglior film straniero.

Media


Non sono presenti media correlati