Questo sito contribuisce alla audience di

Introd

comune della Valle d'Aosta (16 km da Aosta), 869 m s.m., 19,69 km², 550 ab. (introleins), patrono: Conversione di san Paolo (25 gennaio).

Centro esteso sul versante sinistro della bassa Valsavarenche e su entrambi i versanti della bassa val di Rhêmes, posto alla confluenza della Dora di Rhêmes e il torrente Savara; sede comunale è Plan d'Introd. Il territorio è compreso nel Parco Nazionale del Gran Paradiso. Appartenne ai Châtel-Argent e dal sec. XIII ai Sarriod.§ Sopra l'abitato di Plan d'Introd è il castello che Pietro Sarriod fece costruire nel sec. XIII: distrutto da un incendio, venne ricostruito nel 1910 e trasformato in dimora residenziale, conservando la pianta ellittica che racchiude il robusto mastio quadrato; l'interno è arredato con mobili del Quattrocento e del Cinquecento. Salendo al castello si incontra un singolare edificio rurale detto L'Ola (sec. XV), nel quale venivano immagazzinati e lavorati i prodotti agricoli destinati al castello. La parrocchiale cinquecentesca fu rimaneggiata in stile barocco piemontese.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, ortaggi, frutta, foraggi), l'allevamento bovino, l'attività manifatturiera nei settori edile e della lavorazione del legno (tornitura e scultura) e il turismo.

Media


Non sono presenti media correlati