Questo sito contribuisce alla audience di

Jōchō

scultore giapponese (m. 1057). Attivo nel periodo Heian, in quella fase culturale meglio distinta come Fujiwara, espresse nella sua opera i caratteri più autentici dell'arte giapponese del tempo. A lui si deve l'inizio della tecnica cosiddetta jochō (o anche yasoki-zukuri), secondo cui la scultura non veniva più ottenuta da un unico blocco di legno (ichiboku-bori), bensì modellando separatamente i vari pezzi, che venivano poi congiunti insieme e rifiniti. Jōchō sostituì al vigoroso e descrittivo realismo degli stili precedenti delicatezza ed equilibrata eleganza di modellato (Amida Nyorai, 1053, Uji, Byōdō-in), pur nella maestosa imponenza della forma.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti