Questo sito contribuisce alla audience di

Kütahya (città)

capoluogo della provincia omonima (regione: Anatolia Occidentale, Turchia), a 1016 m nella valle del fiume Porsuk, 168.045 ab. (2000). Scalo ferroviario sulla linea Ankara-Smirne, è un importante mercato agricolo e centro artigianale (ceramiche, tappeti). Allevamento ovino e caprino. Conserva ancora numerosi monumenti (moschee, scuole teologiche, mausolei, bagni, mercati coperti) sia dei sec. XIII-XVI che posteriori. § Nella città sorge dal sec. XVII una manifattura di ceramica che annovera oggetti di uso comune, dalle forme spesso assai piacevoli, accanto a piastrelle per decorazioni architettoniche. Il repertorio iconografico comprende motivi geometrici e floreali, dipinti in blu-grigio, verde, giallo su un fondo bianco-sporco, e figure umane. Molto note sono le mattonelle con scene del Vecchio e Nuovo Testamento che ornano numerose chiese armene.

Media


Non sono presenti media correlati