Questo sito contribuisce alla audience di

Kaluza, Theodor Franz Eduard

fisico e matematico tedesco (Ratibor, oggi in Polonia, 1885-Gottinga 1954). Compì i suoi studi presso l'Università di Königsberg, dove insegnò dal 1902 al 1929, poi su indicazione di A. Einstein fu nominato professore all'Università di Kiel, che lasciò nel 1935 per insegnare all'Università di Gottinga. A lui si devono i primi studi sulla teoria dei campi unificati in spazi pentadimensionali, denominata poi di Kaluza-Klein, a seguito di ulteriori sviluppi a opera del matematico svedese Oskar Klein (1894-1977).

Teoria di Kaluza-Klein

Nel 1919 Kaluza propose una soluzione per l'unificazione delle forze allora conosciute (gravitazionale ed elettromagnetica) che, introducendo una quinta dimensione, riusciva a spiegare anche il campo elettromagnetico come una deformazione geometrica.La teoria aveva un punto debole nell'assenza di manifestazione della quinta dimensione, risolto poi da Klein postulando l'esistenza di una quinta dimensione "piccola". Dal nome dei due studiosi, vengono oggi dette teorie di Kaluza-Klein quelle teorie che si basano su uno spazio-tempo con più di quattro dimensioni. In spazi a cinque dimensioni la teoria di Kaluza-Klein comprende la relatività generale e le teorie di gauge più generali. Una combinazione della teoria di Kaluza-Klein con la supersimmetria dà origine alla supergravità, che necessita di spazi a undici dimensioni.

Media


Non sono presenti media correlati