Questo sito contribuisce alla audience di

Karúzos, Níkos

poeta greco (Nauplia 1926-1990). È considerato dalla critica uno dei più significativi della generazione del dopoguerra. Esordì nel 1954 con due raccolte, Il ritorno di Cristo e Nuovi esperimenti. Nel 1961 furono pubblicate Le poesie, l'anno dopo Cervo delle stelle, che gli valse il Premio Nazionale per la Poesia e nel 1973 Barbarossa. Nel 1966 scrisse anche un saggio, Impressioni metafisiche dalla vita al teatro. Poeta molto contraddittorio, è fondamentalmente un metafisico e un idealista che esprime nella sua opera la propria angoscia.

Media


Non sono presenti media correlati