Questo sito contribuisce alla audience di

Knies, Karl Gustav Adolph

economista tedesco (Marburgo 1821-Heidelberg 1898). Di tendenza liberale, fu membro della Dieta del granducato del Baden (1861-65) e insegnò a Friburgo (1855-61) e a Heidelberg (1865-96). Avversario della scuola classica, con W. Roscher e B. Hildebrand fondò la scuola storica. Nella sua opera maggiore, Die politische Ökonomie vom Standpunkte der geschichtlichen Methode (1853; L'economia politica dal punto di vista del metodo storico), sostiene che il metodo storico è l'unica forma legittima di scienza e che l'economia politica non può formulare leggi, ma solo individuare determinate regolarità. Si occupò anche di statistica, trasporti e soprattutto di problemi monetari e creditizi: Die Statistik als selbständige Wissenschaft (1850; La statistica come scienza autonoma), Geld und Kredit (3 vol., 1873-79; Moneta e credito).

Media


Non sono presenti media correlati