Questo sito contribuisce alla audience di

Lùsia (Rovigo)

comune in provincia di Rovigo (13 km), 10 m s.m., 17,73 km², 3587 ab. (lusiani), patrono: santi Vito e Modesto (15 giugno).

Centro del medio Polesine, situato alla destra dell'Adige. Di origine romana, deriva il suo nome dalla gens Luxia; nell'alto Medioevo fu possesso di Verona e nel 1079 passò agli Estensi, seguendo le vicende storiche di Lendinara. Subì danni gravissimi in un bombardamento del 1945.§ Della villa Morosini, bombardata, rimane una torre medievale merlata. In località Cavazzana si trova la chiesa di San Lorenzo, ricostruita alla fine del sec. XVIII e rimaneggiata nel XIX.§ L'agricoltura produce ortaggi e frutta (importante è il mercato ortofrutticolo, attivo dal 1955). Si pratica l'allevamento bovino. Il comparto manifatturiero è attivo nei settori alimentare, dell'abbigliamento, della lavorazione dei metalli e del legno.

Media


Non sono presenti media correlati