Questo sito contribuisce alla audience di

La Fare, Charles-Auguste, marchése di-

poeta francese (Valgorge, Ardèche, 1644-Parigi 1712). Abbandonata la carriera militare per l'inimicizia di Louvois, condusse a Parigi vita mondana, approdando tardi alla letteratura, quasi a imitare l'amico Chaulieu. Compose odi, epistole leggere, madrigali, epigrammi, una tragedia lirica intitolata Panthée. Inesatti e incompleti ma pieni di interesse i suoi Mémoires et réflexions sur les principaux événements du royaume de Louis XIV (1715).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti