Questo sito contribuisce alla audience di

Lanci, Baldassare

(anche B. Lància), scenografo, ingegnere e architetto italiano (Urbino 1510-Firenze 1571). Al servizio dei Medici dal 1560, sostenne una funzione determinante nell'introduzione sulle scene fiorentine della mutazione a vista, mediante periatti, in contrasto con la scena fissa tradizionale (I Fabii di Lotto del Mazza, 1565; La vedova di G. B. Cini, 1569). Stilisticamente si pose nella tradizione vasariana della “strada lunga”, con asse centrale e lontananza accentuata. Tra le opere architettoniche si ricordano i progetti per le fortezze di Grosseto e Radicofani e la chiesa di S. Maria della Rosa a Chianciano.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti