Questo sito contribuisce alla audience di

Lanjuinais, Jean-Denis

uomo politico francese (Rennes 1753-Parigi 1827). Avvocato, deputato del Terzo Stato nel 1789, tra i fondatori del Club dei bretoni (poi Club dei giacobini), appoggiò la costituzione civile del clero (1790). Eletto alla Convenzione, si schierò con i girondini, fu espulso e poté riprendere il suo posto solo dopo la caduta di Robespierre. Eletto al Consiglio degli Anziani, senatore (1800), conte dell'Impero (1808) benché avesse votato contro il consolato a vita, nel 1814 votò contro Napoleone. Schieratosi con i Borboni, fu, durante la Restaurazione, uno dei capi liberali.