Questo sito contribuisce alla audience di

Latham, John

artista inglese (Rhodesia 1921- Londra 2006). Esponente dell'arte concettuale, negli anni Sessanta-Settanta, raggiunse la notorietà per la sua violenta polemica contro la “scienza”, colpevole, secondo Latham, di aver completamente perso di vista il fattore umano, l'uomo in quanto “evento”. Latham si accanì contro gli emblemi di codificazioni desuete e prive di valore comunicativo, cioè i libri, compiendo azioni provocatorie (per esempio masticare e ridurre a una sorta di soluzione chimica il libro di C. Greensberg Arte e cultura; o bruciare i libri, legarli con filo elettrico, Funzione onda, 1959, e Sequestro per legge, 1963). In seguito Latham si è dedicato alla costruzione di installazioni come Rio, e la storia dell'evoluzione nelle quali mira a evidenziare le sue idee sui processi del tempo. Oltre alle personali del 1975 (Düsseldorf, Kunsthalle), 1976 (Londra, Tate Gallery), 1983 (Eindhoven, Stedelijk Museum), a Latham è stata dedicata l'importante retrospettiva del 1991 a Colonia.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti