Questo sito contribuisce alla audience di

Leistikow, Walter

pittore tedesco (Bromberg 1865-Berlino 1908). Giunto a Berlino nel 1883 per studiare all'Accademia ne fu presto espulso perché “privo di talento”. Proseguì allora la sua formazione lavorando con il paesaggista tedesco H. Escke e sperimentando, con il norvegese H. Gude, la rappresentazione delle figure umane e degli animali con una grande attenzione per l'uso del colore. Legatosi in amicizia con il collega L. Corinth entrò nella cerchia degli scrittori G. Hauptmann, M. Halbe e A. Holz. Nel 1892 fondò con M. Liebermann il “Gruppo degli Undici”, artisti attivamente impegnati nella difesa dell'arte moderna e nella diffusione dell'impressionismo francese. Nel 1898 il rifiuto del suo quadro Grunewaldsee da parte della Grosse Berliner Kunstausstellung, importante manifestazione espositiva tedesca, lo portò alla fondazione – sempre con Liebermann – della Secessione berlinese che costituì la fine del monopolio dell'Accademia nella gestione e nella produzione delle arti figurative. Viaggiatore instancabile, spesso verso i paesi scandinavi, collaborò regolarmente a varie riviste di critica d'arte e fu autore del romanzo Auf der Schwelle.