Questo sito contribuisce alla audience di

Lockhart, John Gibson

critico e scrittore scozzese (Cambusnethan, Lanarkshire, 1794-Abbotsford 1854). Studiò alle università di Glasgow, Oxford ed Edimburgo, laureandosi in giurisprudenza nel 1816. Conservatore in politica, si sforzò, in letteratura, di riunire in una sintesi alquanto personale i principi del romanticismo tedesco e del neoclassicismo inglese. Spirito causticamente satirico, collaborò, tra il 1817 e il 1824, al Blackwood Magazine, guadagnandosi il nomignolo di “Scorpione” e facendo vittime illustri come Keats e Leigh Hunt. Dal 1825 al 1853 fu direttore della Quarterly Review di Londra. Le sue opere più note includono le Peter's Letters to His Kinsfolk (1819; Lettere di Peter ai suoi parenti), vivacissimi bozzetti di vita scozzese, il romanzo Some Passages in the Life of Adam Blair (1822; Momenti della vita di Adam Blair) e le biografie di Burns (1828), di W. Scott (1837-38), ecc.

Media


Non sono presenti media correlati