Questo sito contribuisce alla audience di

Luján, Néstor

pubblicista e narratore spagnolo (Mataró 1922-Barcellona 1995). Dopo una lunga e brillante carriera di giornalista e inviato speciale, che gli ha fornito abbondante materiale per libri di viaggi, inchieste, diorami di attualità (Viaje a Francia, 1968, ecc.), Luján è approdato alla narrativa con un eccellente romanzo storico sulla Spagna di Filippo IV (Decidme, quién mato al Conde?, 1987), al quale hanno fatto seguito, tra gli altri: Casanova o la incapacidad de perversión (1989) ed Espejos paralelos (1991), idealmente centrato sul famoso quadro di VelázquezLas meninas. Dagli anni Ottanta, aveva cominciato a scrivere anche in catalano. In questa lingua saranno scritti quasi tutti i romanzi della decade successiva. Tra i principali titoli si menzionano: Temps que passa, gent que queda (1989), Mitges negres (1992), A Mayarling, una nit... (1994), El túnel dels anys 40: memòria personal (1995), infine Fantasmes del Trianón (1996), pubblicato postumo. In campo saggistico meritano una particolare attenzione i testi di storia della cultura ispanica (La vida cotidiana del siglo de oro español, 1988, Madrid en los últimos austrias, 1989) e di cultura gastronomica (Cocina española: gastronomía e historia, 1972, El libro del chocolate, 1979, La cuina catalana, 1982, La cuina moderna a Catalunya, 1985, Vint segles de cuina a Barcelona, 1993).

Media


Non sono presenti media correlati