Questo sito contribuisce alla audience di

Mèo del Caprina

(Amedeo di Francesco o Amedeo da Settignano). Architetto italiano (Settignano 1430-1501). Seguace di L. B. Alberti, insieme a Baccio Pontelli diffuse a Roma (dove collaborò con altri artisti alla costruzione di palazzo Venezia, di S. Maria del Popolo, ecc.) stilemi schiettamente fiorentini. Chiamato a Torino dal cardinale Domenico della Rovere, vi realizzò il duomo (1491-98), uno dei pochi esempi di architettura rinascimentale in Piemonte, riecheggiante motivi del classicismo romano.

Media


Non sono presenti media correlati