Questo sito contribuisce alla audience di

Mérida (Spagna)

capoluogo della comunità autonoma dell'Estremadura (Spagna), 225 m s.m., 53.089 ab. (stima 2005).

Situata sul fiume Guadiana, è un importante nodo ferroviario. La città medievale e moderna si è sviluppata sull'area di quella romana, del cui impianto urbano ha conservato lo schema a scacchiera. Nel 1993 i suoi resti di epoca romana sono stati inclusi nel Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. § Fondata nel 25 a. C. da Augusto col nome di Emerita Augusta, diventò capitale della Lusitania e città tra le più importanti dell'Impero. Dopo varie devastazioni ad opera degli Alani e degli Svevi, entrò a far parte del regno dei Visigoti, diventandone la capitale nel sec. VI. Nel 713 fu presa dagli Arabi, cui rimase fino al 1230, quando venne riconquistata dalle truppe di Alfonso IX di León. Nel corso del sec. XIX venne raggiunta dalla rete ferroviaria nazionale e si trasformò in città di commerci e industrie. § Notevoli i monumenti di epoca romana superstiti. Fuori le mura si trovano il ponte sulla Guadiana (sec. I a. C., restaurato nel sec. XIX), lungo 792 m con sessanta arcate, le rovine degli acquedotti (S. Lázaro e Los Milagros), dello sbarramento di Proserpina e del ponte sul Rio Albarregas. Nell'area archeologica sono il teatro (16-15 a. C.), il più grande costruito dai Romani in Spagna, l'anfiteatro (fine sec. I a. C.), il circo e la casa del Mitreo (sec. I), decorata con un magnifico mosaico. La città conserva anche l'arco di Traiano e il tempio di Diana (sec. I a. C.). Il Museo Nazionale dell'Arte Romana ospita importanti sculture (tra cui la famosa testa di Augusto), monete e mosaici. Al lungo periodo di occupazione araba (712-1230) risale l'Alcázar (o Alcazaba), opera di fortificazione costruita nell'835. Tra gli altri monumenti si ricordano la chiesa di santa Eulalia (sec. V, ricostruita nel sec. XII), che ospita un'esposizione di reperti archeologici, e la chiesa di santa María la Mayor (sec. XII). Poco più a valle del ponte romano sulla Guadiana è il ponte costruito nel 1993 su progetto dell'architetto valenciano S. Calatrava. § Mercato agricolo e zootecnico, è sede di industrie alimentari, conciarie, tessili, grafiche e del tabacco, grafiche. Il settore turistico ha grande rilevanza.

Media


Non sono presenti media correlati